venerdì 29 agosto 2014

Pedisseque





Questo post partecipa all’iniziativa Una parola al mese. La parola di agosto 2014 è pedissequo (al link maggiori informazioni).







Sono pedisseque
le lettere e le parole
secondo la volontà
di colui che le scrive;
sono pedisseque
le stagioni e la natura
secondo l'ordine
scandito ai primordi;
eppure anch'esse,
lettere e stagioni,
talvolta prendono altre vie
e diverse decisioni,
sovversive e caotiche
ricordando che nulla mai
è saldo e deciso già.

6 commenti:

  1. Direi che l'estate a Milano quest'anno ha preso decisioni decisamente sovversive! Giusto per fare un esempio, eh...

    Bel testo!

    Grazie per la partecipazione all'iniziativa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì, tutto il Nord Italia è stato un mio gran collaboratore, ahah!
      Grazie a te.

      Elimina
  2. Wow, Maria...
    Sulle decisioni sovversive e caotiche hai ragione... e, come ha detto anche Romina, mi sembra che le parole siano più obbedienti delle stagioni, ultimamente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti mi hanno ispirato. XD
      Grazie mille!

      Elimina
  3. E' pedissequa la tua partecipazione a Una Parola al mese!

    RispondiElimina